Il poker è un gioco di informazioni. Si conoscono le proprie carte, si cerca di indovinare quelle degli avversari. Ci sono anche le carte comuni. Il resto? Bisogna indovinare. Come si fa? La posizione del poker vi dà accesso a molte informazioni.

L'importante non sono necessariamente le vostre carte, ma quelle dei vostri avversari. Perché? Valutando accuratamente la mano dell'avversario, sarete in grado di mettere a segno mosse che non erano necessariamente destinate a voi. Potrete anche estrarre quante più fiches possibili dai vostri avversari quando avete i dadi. Tutto questo è possibile grazie al gioco posizionale nel poker.

Bene, ma come faccio a valutare la forza della mano del mio avversario?

Osservando gli altri giocatori, sarete in grado di individuare le loro abitudini. Come si comportano al tavolo, quanto velocemente giocano, come gestiscono le fiches, il tono della voce, l'entità della puntata, la postura, ecc... . Mettete in relazione tutto questo con la struttura del tavolo, scomponete la mossa all'indietro e, con queste informazioni a vostra disposizione, dovreste essere in grado di inserire il vostro avversario in una lista di mani corte. Procedete per eliminazione. Ogni azione del vostro avversario vi consentirà di eliminare alcune mani da questo elenco, in modo da avere finalmente un'idea relativamente precisa della mano del vostro avversario. Questo si chiama giocare.h

Ok, ho capito cosa significa leggere. Ma cosa ha a che fare con la posizione nel poker?

Non siate così impazienti! In qualsiasi altro tavolo da poker saresti nei guai. Ecco qua. Cosa c'entra? Proprio come voi, anche il vostro avversario cercherà di leggervi, di individuare un segno di forza o al contrario un segno di debolezza. Vi sentite forti quando siete al massimo? Forse è il momento di spingere il vostro stack e spremere quante più fiches possibili dal vostro avversario.

Qual è la posizione nel poker?

Posizionarsi significa essere l'ultimo a parlare, ad agire. Nel poker esistono molte posizioni. In parole povere, ci sono i giocatori che iniziano a parlare (i primi ad agire), quelli che si trovano in posizione intermedia e quelli che finiscono di parlare (quelli che agiscono per ultimi). Se avete il pulsante del mazziere davanti a voi e decidete di giocare la mano, avete la garanzia di avere la posizione.

Arrivare al punto! Perché la posizione è così importante?

Sì, sì, ci stiamo arrivando. Essere alla fine del vostro discorso vi darà molti vantaggi.

Innanzitutto, la posizione al tavolo influenzerà la scelta della mano iniziale. Una mano può essere attraente alla fine di un discorso, ma molto difficile da giocare fuori posizione. In pratica, amplierete la selezione delle mani in base alla vostra posizione. Per farla breve, all'inizio del discorso giocherete mani forti. Allargherete la selezione alle mani giuste nella posizione centrale. Infine, aggiungerete mani con un potenziale interessante alla fine del discorso. Naturalmente, non c'è nulla di definitivo e potete decidere di giocare piccoli connettori all'inizio del discorso. L'importante è ingannare l'avversario. Sembrate forti quando siete deboli e sembrate deboli quando siete forti. Questa è una frase brillante. La scriverò da qualche parte.

Informazioni grazie alla posizione

Giocando in posizione, avrete il vantaggio di parlare dopo il vostro avversario e di agire in base alle informazioni che vi ha fornito. Ogni fatto e gesto dei giocatori rivela molte informazioni. Ad esempio, su un board [pcn]Qc9d9s[/pcn], il vostro avversario fa una piccola puntata di continuazione. Da questa timida puntata e dall'atteggiamento dell'avversario sembra di scorgere un segno di debolezza. I vostri connettori [pcn]7d8d[/pcn] non hanno colpito il flop. È un motivo per rinunciare alla mossa? Siete quasi certi che nemmeno il vostro avversario abbia trovato il suo flop. Se pensate di poterlo spaventare, rilanciate trasformando la vostra mano in un bluff! Questo non sarebbe stato possibile fuori posizione. Oppure facendo un check-raise, proprio così.

State attenti e ascoltate i vostri avversari. La posizione nel poker è una miniera d'oro che vi darà un innegabile vantaggio. Il tavolo finale è vostro!

Controllo delle dimensioni della pentola

Essendo l'ultimo ad agire, dovreste essere in grado di controllare la dimensione del piatto prima di andare avanti. Se volete mantenere il piatto piccolo e il vostro avversario ha fatto check, avete la possibilità di fare check anche voi. Questo vi dà anche la possibilità di ottenere una carta gratuita. Se invece volete aumentare il piatto, puntate o rilanciate quando è il vostro turno di parlare.

La posizione del poker in breve

In breve, giocando in posizione, sarete in grado di:

  • ampliare la scelta delle mani iniziali
  • avere accesso a più informazioni dell'avversario
  • bluffare più facilmente
  • massimizzare le mani grandi
  • controllare le dimensioni del vaso
  • Al contrario, se giocate fuori posizione, il vostro avversario godrà dei vantaggi di giocare in posizione.

E voi?

Vi è piaciuto questo articolo sulla posizione nel poker? Sentitevi liberi di condividerlo sui social network. Considerate anche la possibilità di iscrivervi alla nostra newsletter compilando il modulo sottostante per ricevere settimanalmente i consigli che vi renderanno dei giocatori vincenti.